Inizio perfetto per Orica – AIS e Orica – Greenedge

Follow me on Twitter

Commenti recenti

Inizio perfetto per Orica – AIS e Orica – Greenedge

21830_01-01-2016_1465

Mitchelton Bay Cycling Classic at Ritchie Blvd, Geelong, Victoria, Australia, Friday, January, 2016. Con Chronis

L’anno nuovo parte con due successi in campo femminile e maschile per la squadra ciclistica australiana, andata a conquistare la Mitchelton Bay Cycling Classic grazie a Caleb Ewan e a Gracie Elvin. La due volte campionessa nazionale ha avuto la meglio sulla connazionale e compagna di squadra Lizzie Williams, risultato che permette di guardare con fiducia alle prossime gare in vista del Campionato nazionale di Australia previsto tra circa 15 giorni.

Caleb Ewan, già vincitore nel 2015 di una tappa alla Vuelta alla prima stagione da professionista, parte a razzo aggiudicandosi la prova maschile. Sul tracciato di Geelong l’oceanico domina nonostante l’assenza di gare nelle proprie gambe dallo scorso settembre. Ottima la prova di Jack Haig, al debutto nella massima categoria e spesso in testa al gruppo in veste di gregario.

21831_01-01-2016_5373

Mitchelton Bay Cycling Classic at Ritchie Blvd, Geelong, Victoria, Australia, Friday, January, 2016. Con Chronis

Lo spettacolo del Circo Bianco sulle nevi di Santa Caterina

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il traguardo della pista Deborah Compagnoni di Santa Caterina

La Coppa del Mondo maschile di Sci Alpino chiude il 2015 nella rinomata località valtellinese, a casa di Deborah Compagnoni. Il numeroso pubblico accorso e diversi colpi di scena hanno reso la giornata piuttosto sorprendente dal punto di vista dei risultati, primi fra tutti l’uscita di pista di Peter Fill e la “debacle” del leader di Coppa di Specialità Aksel Lund Svindal dopo tre successi consecutivi in tre gare (Lake Louise, Beaver Creek e Val Gardena). Agli azzurri è andata sufficientemente bene ma poteva andare meglio: oltre alla scivolata di Fill non è andata bene a Dominik Paris a causa di un grave errore nel finale, mentre Varettoni ha concluso con oltre 3” dal vincitore Theaux prendendo l’ultimo punto disponibile. Ed è proprio la Francia grazie a David Poisson che toglie la gioia del podio a Christof Innerhofer, partito col pettorale n°3 e andato a schiantarsi contro una porta a circa 140 km/h, evitando l’inforcata ma che gli da un quarto posto “agrodolce” portandosi la bandierina del paletto fin giù al traguardo trasformatasi in “mantello”.

Cadute, scivolate e uscite di pista: la Deborah Compagnoni ha lasciato un po’ di rammarico a diversi discesisti, a causa della conformazione della pista e al terreno ghiacciato in diversi punti. Dopo le prime 15 discese, ben cinque non sono state infatti portate a termine.

La Coppa prosegue il 5-6 gennaio e riparte proprio da Santa Caterina, dove si recupereranno gli slalom di Zagabria, annullati per mancanza di neve.

Le dichiarazioni di Adrien Theaux dopo la gara: “Sono davvero felice per questa vittoria su una pista complicata, è una gioia sia personale che da condividere con tutto il Team francese. Adesso arriveranno due gare difficili e importantissime a Wengen e Kitzbuehel dove bisogna restare concentratissimi sciando come oggi. Innerhofer? Non ho guardato la corsa dal cancelletto di partenza ma una volta al traguardo abbiamo parlato. E’ stato bravissimo a non perdere la concentrazione, si è comportato da campione”.

Classifica Discesa Libera Maschile – Santa Caterina Valfurva:

  1. Adrien Theaux      FRA      1:47.29
  2. Hannes Reichelt  AUT            1.04
  3. David Poisson       FRA            1.15
  4. Christof Innerhofer   ITA      1.22

12. Werner Heel             ITA              1.91

21. Mattia Casse             ITA              2.44

28. Siegmar Klotz          ITA              2.88

30. Silvano Varettoni   ITA              3.12

36. Dominik Paris         ITA              4.14

38. Matteo Marsaglia   ITA              4.29

40. Davide Cazzaniga   ITA             4.40

DNF. Peter Fill

 

 

St. Moritz City Race 2015, la Photogallery

Vi regaliamo una galleria fotografica realizzata alla ottava edizione della manifestazione sportiva – musicale, svoltasi sabato 5 dicembre nel cuore di Sankt Moritz (Svizzera).

All Photocredits belong to (c)AG Sportpress

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I Drums2Streets

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Leo Leoni

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nic Maeder

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Marc Lynn

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Freddy Scherer

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Hena Habegger

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ernesto Ghezzi

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sport, musica ed emozioni alla St. Moritz City Race 2015

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

(c) AG Sportpress

Sankt Moritz, ore 16:50 di sabato 5 dicembre 2015: la Piazza della Scuola, situata nel cuore della cittadina engadinese, comincia a gremirsi di gente che affolla i vari stands aperti dagli sponsor. Tra poco comincia il grande evento della St. Moritz City Race, manifestazione giunta alla sua 8° edizione e che racchiude insieme gare amatoriali di sci di fondo, sci alpino e concerti di alto livello. Numerosissimi sono gli atleti partecipanti, c’è chi usa divise tradizionali, chi quelle più originali. Ragazzi, ragazze, bambini e adulti, ce n’è per tutti e tutti potevano gareggiare mediante iscrizione nella gara a squadre. Tra un vin brulé e un Kaiserschmarrn (dolce tipico austriaco a base di uova, zucchero a velo, farina, marmellata di mirtilli, latte, uva e burro) per riscaldarsi e proteggersi dalle fredde temperature di montagna il pubblico assistiva con interesse a questa simpatica manifestazione creata per divertire e divertirsi. Finite le prime manche di qualificazione, all’intervallo ecco l’esibizione dei Drums2Streets, gruppo musicale di percussionisti e voce, interpreti di brani che vanno dalla musica elettronica al pop passando per il Drum n’Bass, con effetti di luce molto suggestivi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Gli atleti premiati sul palco della St. Moritz City Race 2015

Infine ecco le finali delle gare di sci e le premiazioni sul palco dove pochi minuti dopo inizieranno a esibirsi i Gotthard, la principale rock band svizzera, con alle spalle ben 14 album e circa 4 milioni di copie vendute nel mondo. La piazza è ormai colma di pubblico impaziente di ascoltarli dal vivo e ne è valsa la pena: ed eccoli sul palco, alla loro data finale del Tour 2015, capitanati da Leo Leoni (chitarra) con Freddy Scherer (seconda chitarra), Marc Lynn (basso), Hena Habegger (batteria), Ernesto Ghezzi (tastiere) e Nic Maeder alla voce. Si parte subito con un tris di pezzi da “Bang!”, l’ultimo lavoro in studio, una sana dose di hard rock ed adrenalina che scatenano il pubblico presente. Si prosegue con brani storici e tranquilli come “One life one soul“, “Heaven” e “Remember it’s me“, tornando poi a tempi più veloci quando suonano “What you get“, “Mountain Mama” e la cover di “Hush” resa famosa dai Deep Purple negli anni ’60.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I Gotthard (c) AG Sportpress

L’emozione maggiore arriva quando Nic e soci invitano sul palco alcuni ragazzi, bambini e fans a cantare con loro “Starlight“, regalandogli qualcosa che rimarrà nei ricordi dei fans per tutta la vita. Con i ringraziamenti doverosi al pubblico e la speranza di tornare in Engadina tra un anno per un’altra emozionante serata si chiude questo grande concerto cantando in coro “Lift U Up” ed “Anytime Anywhere“, che subito fanno tornare in mente la grande voce di Steve Lee, la storica voce del gruppo, scomparso prematuramente nel 2010 in un incidente stradale negli Stati Uniti. I Gotthard hanno svoltato, ma nei live la presenza della sua anima si fa sempre sentire, attraverso emozioni che non si possono descrivere.

Classifiche St. Moritz City Race 2015

Categoria Fun & Family:

1. Mühä mit da Kühä
2. The FC Celerina Boys
3. German Devils

Categoria Aziende: 

1. Engadin Bus
2. PluSport
3. Joos GPI

Categoria Scuole di Sci & Ski Clubs:

1. The Red Legends
2. Ski School St. Moritz Junior
3. Suvretta Blues

Lo spettacolo della St. Moritz City Race

12036933_910512929002705_4916523106142132537_n

La stagione sciistica nella celebre località turistica svizzera si apre oggi con una due giorni di gare e musica dislocata tra le numerose piste e il centro cittadino. Ad aprire le danze questa sera alle 19:15 alla Snow Night Corvatsch è in programma la cerimonia d’apertura presso la stazione intermedia della funivia del Corvatsch, seguita dai concerti di Pat n’Ben e di Tanja Lacroix, quest’ultima live all’Hossa Bar dalle ore 22.

Nella giornata di sabato si svolgerà in mattinata una gara libera di sci alpino seguita da un test di sci e snowboard fino alle 14:30. Il clou della due giorni comincia alle 17, quando partirà la 8° St. Moritz City Race, una gara a squadre di sci che avrà come scenario la suggestiva Schulhausplatz di St. Moritz, il principale centro abitato dell’Engadina. Gran finale a partire dalle 21 con il megaconcerto all’aperto della Rock Band elvetica Gotthard. Il gruppo musicale capitanato dal chitarrista ticinese Leo Leoni suonerà diversi brani tratti dall’ultimo album “Bang!” insieme ai loro più grandi successi grazie ai quali hanno venduto diversi milioni di dischi in tutto il mondo.

AgSportpress è presente nella giornata di domani e vi regalerà nei prossimi giorni uno speciale reportage fotografico.

Per maggiori informazioni sull’evento visitate http://www.stmoritz-cityrace.ch

12190929_926481137405884_2705553142779619169_n

11998907_910539685666696_8490675547807966782_n

 

Mauro Finetto, exploit o esplosione di un talento?

Il podio del 68° GP Città di Lugano

Il podio del 68° GP Città di Lugano

A distanza di due anni dall’ultima edizione disputata (nel 2013 non si corse a causa di una improvvisa bufera di neve) il Gran Premio di Lugano ha incoronato il veronese del Team Yellowfluo, capace di vincere la gara avendo la meglio in una volata di 20 atleti. Un bel colpo per Mauro, che quest’anno è già riuscito a ottenere un bellissimo secondo posto a Donoratico dietro al compagno di squadra Simone Ponzi, e che due anni fa era passato alla MTB per provare una esperienza diversa dalla strada e per il fatto di non aver rinnovato il contratto con la Liquigas, il suo team di allora. Finetto è un buon corridore veloce e importante uomo squadra, ma soprattutto un ragazzo umile e sempre con il sorriso stampato: al Trofeo Laigueglia di un anno fa lo incontrai mentre due sue ammiratrici francesi gli consegnarono un bellissimo ritratto artistico. Il trionfo in Svizzera è la ciliegina sulla torta sul suo brillante avvio stagionale 2014.

Qualcosa da recriminare ha invece la Lampre – Merida: a Lugano è stata la squadra che ha lavorato di più, stando sempre in testa al gruppo. Purtroppo però i blu-fucsia hanno racimolato solo il terzo posto di Ulissi e il quarto di Cunego. Il toscano è apparso molto scuro in volto sul podio, arrabbiato per una vittoria mancata di un soffio nella città che lo ha adottato da alcuni mesi. Ma dalla sua parte ha la consapevolezza di essere tra i ciclisti più in forma nel primo mese e mezzo di corse del 2014.

Ora il ciclismo avrà un weekend italiano di tutto rispetto: giovedì il Gran Premio di Camaiore, sabato la Strade Bianche (partenza inedita da San Gimignano) e domenica la Roma Maxima: tre test fondamentali in vista dei seguenti appuntamenti del World Tour: Parigi – Nizza, Tirreno – Adriatico e Milano – Sanremo sono ormai alle porte e non bisogna commettere errori.

 

Stefano Garzelli premiato a Lugano

Stefano Garzelli (bettiniphoto.net)

Stefano Garzelli (bettiniphoto.net)

A pochi giorni dalla gara in linea dei professionisti, la città ticinese donerà un premio speciale all’ex corridore varesino, dalla scorsa settimana alla RAI come commentatore tecnico (l’esordio è avvenuto venerdì a Laigueglia). Sabato 1 marzo infatti al Ristorante “La Perla del Lago” infatti ci sarà una serata di gala dove Garzelli riceverà il riconoscimento da parte dei “30 Saggi Arrotini”, società di appassionati di ciclismo della città di Lugano presieduta da Claudio Bertarelli. Si tratta della terza edizione dell’evento, i corridori precedentemente premiati sono stati Tony Rominger e Rubens Bertogliati.